La sicosi,

il luesinismo e la società

moderna

V. MASCI

L’ accelerazione dei ritmi della vita, una delle caratteristiche della società moderna, è interpretata dalla Omeopatia come un pre- ciso segno di Luesinismo.
Il tempo dell’uomo contemporaneo non è più regolato dall’orologio biologico delle fasi lunari e solari, ma è scandito dalle mac- chine. Il lavoro e la famiglia vengono vissuti sempre più velocemente e l’ideologia e la cultura, sono in un tourbillon continuo de- terminato da un’incessante valanga di informazioni e simboli.
Conseguenza logica di tale accelerazione dei ritmi di vita, è la frettolosità e la precipitazione. Da ciò scaturiscono una diffusa sensazione di “superamento” e profondi sentimenti di insicurezza e instabilità. Sono questi tipici segni di Luesinismo. Consumare vertiginosamente oggetti, emozioni, speranze e sogni, è diventata un’esigenza primaria. Tipica espressione di tale cultura è il bambino che cambia giochi e programmi della televisione in modo parossistico.
D’altra parte l’informazione proposta dagli adulti è modellata sull’esempio degli spot pubblicitari: brevi, colorati e portatori di messaggi immediati. La frettolosità che genera superficialità e la sensazione di “superamento” che crea insicurezza portano in- fine all’ansia. Un’ansia caratterizzata da angoscia per il futuro, paura della solitudine e terrore delle malattie.
Siamo in pieno Luesinismo e tutto ciò è mirabilmente espresso nella patognesi dei rimedi Luesinum e Argentum nitricum.
Il mondo moderno è segnato, oltre che dal Luesinismo anche da molteplici tratti che fanno parte del quadro nosografico de- scritto nella diatesi sicotica.
Infatti un’altra caratteristica della società attuale è l’appiattimento dei ruoli e l’omogeneizzazione sociale.
Da tale livellamento sociale scaturisce la perdita di identità dell’individuo con conseguente sentimento di deresponsabilizzazio- ne. È il presupposto per la nascita dell’ideologia del rifiuto, caratterizzata dal disinteresse per se stessi e per gli altri, e dalla de- lega alle istituzioni per la soddisfazione di ogni esigenza.
E quindi mentre il sogetto luesinico vive vertiginosamente alla rincorsa di mille stimoli, il sicotico vive passivamente non cer- cando alcuna gratificazione e, passando per la rinuncia, arriva alla depressione. È il quadro di Medorrunum.
Instabilità del luesinismo e negazione del sicotismo, sono questi i due aspetti del mondo moderno, ai quali l’Omeopatia dà una chiave di lettura e una risposta terapeutica estremamente valide.