M. TÉTAU

Il trattamento dell’insufficienza venosa

e delle varici

L a nostra strategia nel trattamento di questa malattia cronica, l’insufficien- za venosa prevede, come qualsiasi al- tra affezione cronica, due tempi. Pri - ma di tutto alleggerire rapidamente la gamba del paziente con rimedi ad azio- ne mirata. In seguito, un trattamento di fondo, diatesico e costituzionale, per garantire una guarigione stabile e du- ratura.

TRATTAMENTO MIRATO DELL’INSUFFICIENZA VENOSA Permetterà di ottenere rapidamente la scomparsa delle disfunzioni funzionali, pesantezze, bruciori, edemi.

I quattro rimedi principali
- HAMAMELIS 4 e 5 CH, detto “l’ACO- NITUM delle vene” tanto la sua azio- ne decongestionante è rapida. Conge- stione venosa molto dolorosa, spon- taneamente ed alla pressione, con sen- sazione di lacerazione. Grande fragi - lità della parete venosa con compar- sa di “lividi” al minimo colpo (spon- taneamente LACHESIS). Emorragie facili di sangue venoso nerastro.
- AESCULUS 4, 5 CH: gambe bluastre molto congestionate, con calore, bru-
ciori, battiti. Pesantezza pelvica ac- compagnata da lombalgia. Buon ri- medio per le emorroidi brucianti con sensazione di un riccio di spine con- ficcato nel retto. Peggioramento al ca- lore, miglioramento al freddo.
- CARDUUS MARIANUS 4, 5CH, il Car- do argentato: varici che si sviluppano su un terreno epatico. Gusto amaro in bocca accompagnato da nausea. Fe- gato doloroso. Costipazione senza sti- molo, con feci secche e nere fram- mentate (cf. MAGNESIA MUR.). Late- ralità sinistra.
- VIPERA 4, 5CH, veleno di vipera aspi- de. VIPERA REDI è un grande rime- dio venotropo. Fluidifica il sangue ve- noso. Agisce sull’infiammazione che colpisce la vena e le zone periferiche. Edema, bruciore, dolore da lacerazio- ne. La situazione peggiora quando si lascia la gamba penzoloni. Pelle cia- notica, piena di ecchimosi.
Rimedio che funziona anche nel caso del “braccio” dopo asportazione dei gangli post-mammectomia: VIPERA
4CH, 4 granuli tre volte al giorno, da associare con HAMAMELIS 4CH, in questo caso.
Altri rimedi
- COLLINSONNIA 4, 5CH: varici della gravidanza. Costipazione.
- ARNICA, 4, 5CH: dolori da indolenzi- mento. Ecchimosi.
- HYDRASTIS 4, 5CH: buon integrato- re di HAMAMELIS e di CARDUUS.
- RUTA 4, 5CH: crampi dolorosi. Sten- dendo le gambe, crampi ai polpacci.
- MILLEFOLIUM 4, 5CH: in caso varici da gravidanza.
- MANGIFERA INDICA 4, 5CH: il man- go. Le varici di coloro che lavorano sempre in piedi.

Tonificano direttamente la parete venosa

- CALCAREA FLUORICA 4, 5, 7CH: ri- digità della parete venosa in netto contrasto con l’iperlassità legamento- sa generale. Disfunzioni funzionali aggravate dal freddo e dall’umidità.
- FLUORICUM ACIDUM 4, 5, 7CH: fa- se d’aggravamento. Grosse varici tu- mescenti nodose e dure. Possibile ul- cerazione ed emorragia. Le condi- zioni generali peggiorano con il ca- lore, miglioramento con il freddo. Trattamento da completarsi con una

fiala di FLUORITE D8, 3 volte la set- timana.

IL DRENAGGIO VENOSO

E’ necessario per alleviare rapidamente la sofferenze della paziente.
Ricordarsi:
- SORBUS B. mac 1D: Sorbo, tonico ve- noso.
- RIBES B mac 1D: Ribes, anti-infiam - matorio.
- CASTANEA B mac 1D: Castagno, dre- naggio linfatico: gambe e braccia pe- santi.
100 gocce al giorno di ognuno di que- ste tre gemme.
- RUSCUS TM: il classico agrifoglio, due misurini mattino e sera.
- GINGKO TM: accelera la circolazione sanguigna. Anti-radicolare. Due mi- surini mattino e sera.
- VENA D8 o VENA-LINFATICO D8: una fiala o una supposta, tre volte la set- timana.
- I litoterapici: BLENDE D8, FLUORITE D8, DIOPSIDE D8, CHROMITE D8 po- trebbero rivelarsi utili.

IL TRATTAMENTO DEL TERRENO VA- RICOSO

I nostri trattamenti non sarebbero com- pleti se non prevedessimo un tratta- mento per il “Terreno”. Un’omeopatia moderna non può non essere diatesica.

Luesinismo

E’ la prima diatesi, che genera proble- mi di varici.
La varice con la triade: infiammazione- ulcerazione-sclerosi, è il marchio del luesinismo.
Prescriveremo quindi in alte dinamiz- zazioni e con posologia distanziata i no- stri grandi rimedi omeopatici, tra cui:
- MERCURIUS da 9 a 30 CH, da 200 a
10000 K . Gonfiori ai piedi ed alle gam- be. Traspirazione fredda ed appicci- cosa, peggioramento notturno. Dolo- ri ossei. Debolezza. Peggioramento notturno, quando si rimane al caldo nel letto.
- AURUM MET.: il sangue sembra ri- fluire dalla testa ai piedi. Gambe gon- fie, pensati, bruciori diffusi. “Orga- smo, come se il sangue bollisse nelle vene!” segnala Boericke nella sua Ma- tière Medicale.
- LUESINUM, il bioterapico della diate- si. Gambe pesanti e gonfie. Dolori che peggiorano nel corso della notte. Varici con parete particolarmente sclerosata. Tendenza all’ulcerazione. Contesto di sacro-ileite, sciatica, emorroidi.
- LACHESIS: la chiave per la menopau- sa luesinica. Vampate di calore, lo- gorrea, notti tragiche, dolori e bru- ciori. Peggioramento con il calore. Im- mensa lateralità sinistra. Le tibie so- no particolarmente brucianti, varici nerastre.
- CALCAREA FLUOR.: il rimedio costi- tuzionale.

Psoro-Tuberculinismo

Sarebbe stato strano che la Psora non facesse capolino anche nel caso del- le varici, poiché questa diatesi è uni- versale, anche se la nota tubercolina
è dominante nel caso di pazienti gio- vani.
- PULSATILLA: insufficienza venosa, con evoluzione verso varici della gio- vane la cui timidezza e paura per l’al- tro sesso non impediscono l’assunzio- ne del contraccettivo indispensabile per evitare una gravidanza indeside- rata. La pillola, anche in dosi minime, non è certo un toccasana per la cir- colazione venosa.
Gambe pesanti, gonfie, cianotiche. Peggioramento al calore. Dolori erra-
tici. Varicosità molto visibili sulle co- sce. Piedi arrossati e gonfi. Geloni du- rante l’inverno.
- SILICEA, interdiatesico, che ci fa pe- netrare nella Psora. La silice è un ele- mento importante, con lo zinco, del- la parete venosa. Gambe dolorose con crampi (cf. CUPRUM). Debolezza, cia- nosi, unghie macchiate di bianco. Pie- di ghiacciati, umidicci, maleodoranti. Miglioramento con il calore. Da com- pletarsi con SILICA MARINA D8, 1 fia- le tre volte la settimana.
- SEPIA: la menopausa psoro-tuberco- lina, triste, solitaria. Anche in questo caso gambe gonfie, dolorose, grandi varici, aggravate da gravidanze suc- cessive. E’ insopportabile procedere lentamente mentre è piacevole cam- minare rapidamente.
- e le due chiavi delle psora, con SUL- FUR, Psora stenica Gambe rosse e bru- cianti. Con PSORINIUM, Psora asteni- ca, gambe livide e ghiacciate. Da 7 a
30CH, da 1000 K a 100000 K.

CONCLUSIONI

Adesso avete a disposizione tutte le armi disponibili per tutte le gambe problematiche.
Naturalmente in alcuni casi si dovrà ricorrere ad un trattamento chirurgico.
Uno schema terapeutico da adottare, tenendo conto del- la Similitudine, potrà essere:
1. Somministrare 200 gocce in un po’ d’acqua:
- mattino: RIBES Mg 1D
- sera: SORBUS Mg 1D
2. Assorbire 3 granuli:
- mattino un giorno: HAMAMELIS 4CH
l’altro giorno: PULSATILLA 4CH, 1 tubo
- sera un giorno: VIPERA 4 CH, 1 tubo
l’altro giorno: FLUORIC ACIDUM 4 CH, 1 tubo
3. Aggiungere la sera una fiala:
- una sera BLENDE D8, 24 fiale
- l’altra sera VEINE D8, 24 fiale
4. Tutte le domeniche successivamente assumere:
- 1 dose di SULFUR 9 CH
- 1 dose CALCAREA FLUOR. 9 CH
- 1 dose MERCURIUS 9 CH
- 1 dose LUESINUM 9 CH
Ripetere il secondo mese

Commento importante: nel corso della menopausa, l’insufficienza venosa, le varici delle gambe femminili peggiora- no. Per noi il trattamento ormonale so- stitutivo previsto dai nostri colleghi è
troppo iatrogeno ed in questo caso spes- so controindicato.
Da preferirsi di gran lunga il Trattamen- to Ormonale Reattivo (THR) omeopatico, decisamente più adatto al ciclo naturale.
Solitamente prescriviamo:
- dal primo al ventiquattresimo giorno del mese:
una fiala di ESTRADIOL D8
una fiala di PROGESTERONE D8.